• MIGLIOR TARIFFA ONLINE

    Solo su questo sito le migliori tariffe e condizioni

  • WI-FI GRATUITO

    Wi-fi gratuito in tutta la struttura e nelle camere

  • VINCI UN BONUS

    Gratuitamente 1 bottiglia di vino o 500 punti BWR per ciascuna camera prenotata su questo sito

Data di arrivo
Data di partenza
Ospiti per camera
Adulti Bambini Neonati
fino a 12 anni fino a 3 anni
Convenzione aziendale o codice promo
Inserisci qui il tuo Codice

Offerte speciali - Best Western Blu Hotel Roma

 

 

Terme e cave


Interessanti da vedere nella zona Tiburtina sono di certo i complessi termali che si trovano lungo le vie più trafficate della viabilità antica. Un ottimo esempio di questo tipo di stabilimento termale è quello che si trova proprio lungo via Tiburtina, situato in punto strategico nell’antica Roma e al fianco di un’antica villa romana.


Il complesso termale Ninfeo si trova invece a sud del fosso del Fornacio ed è ciò che rimane di un grande complesso pubblico visto che sono ancora visibili i resti delle tabernae circostanti e dei due ingressi. Questo complesso risale al I secolo a.C. ed ebbe il suo maggior sviluppo nell’epoca imperiale.


Il complesso termale più importante e noto della zona è quello che prende il nome da una delle ville ossia Tenuta del Cavaliere che si colloca nella congiuntura tra il fosso del fiume Aniene e e il Fosso del Cavaliere. Il complesso risale al III-IV secolo d.C. e ad oggi è ancora ben visibile la cisterna usata come rifornimento di acque. A lato si trova la fontana con la colonna in marmo e poco lontano si possono vedere sia il calidarium con le vasche rivestite in marmo sia il frigidarium.


A Tiburtina si trova anche il sesto acquedotto di Roma, voluto ed eretto sotto l’impero di Agrippa nel 19 a. C. che andava ad alimentare Campo Marzio e il suo amplio impianto termale pubblico. L’acquedotto è molto importante non solo per la storia che porta con sé ma anche perché è l’unico acquedotto romano ancora funzionante.


Sette sono le cave allocate tra le vie tiburtine ossia le cave di tufo collocate sulla riva destra dell’Aniene, l’antica cava di via Mirtillo, le cave di Tufo rosso, le cave situate sul basso corso dell’Aniene che collegano a Pietralata. Da segnalare sono anche le cave situate sulla riva sinistra dell’Aniene, l’antica cava di tufo di Salone e le antiche latomie di tufo.

Top